secondo le visioni di santa Hildegarda di Binguen

zaffiro bruto

Leggiamo le sue parole: "Lo zaffiro è caldo e cresce secondo l'ora di mezzogiorno, quando il sole brucia così forte che l'aria è un po' ostruita dal suo ardore, e quindi lo splendore del sole, del tanto ardore che ha in questo momento, transverbera in modo tale l'aria che non appare così pienamente come quando l'aria è alquanto templata. E lo zaffiro è anche torbido e più ardente che arioso o acquoso, e simboleggia il pieno amore e la saggezza ...

gemma di zaffiro

“L'uomo che ha un' escrescenza sulla congiuntiva e che tiene uno zaffiro in mano e lo riscalda nel fuoco e tocca l'escrescenza con la pietra bagnata per tre giorni e tre notti fará sí che questo problema diminuirà o svanirà ... L'uomo che è paralizzato dalla gotta, si metterà in bocca questa pietra e la gotta cesserà ...

Zafiro en bruto

Anche l'uomo che desidera avere una buona intelligenza e buona conoscenza, quando si alza ogni giorno mette uno zaffiro in bocca a digiuno, tenendolo per un po' finché non ingerisca abbastanza saliva bagnata dalla pietra. Dopo aver tolto la pietra dalla bocca, debe scaldare un po 'di vino e trattenere lo zaffiro sul vapore del vino in modo che la pietra possa trasudare. Lecchi quindi questa umidità con la lingua ... e così avrá pura intelligenza e guarirà anche il suo stomaco ... E chi è arrabbiato, metta uno zaffiro in bocca e la rabbia si spegnerà ... E se un uomo è posseduto da uno spirito maligno, un altro uomo metta nella terra lo zaffiro, raccolga quindi questa la terra in una borsa di cuoio e la metta al collo del posseduto dicendo:

  • Oh tu, spirito immondo, lascia presto quest'uomo come ti abbandonó rapidamente nella tua prima caduta lo splendore della tua gloria ...

E se il diavolo istiga una persona a costringere un'altra a lasciarsi amare, contro la sua volontà, la vittima di questa fattura indesiderata deve versare del vino tre volte su uno zaffiro dicendo ogni volta:

  • “Verso questo su di te questo vino nelle tue ardenti forze lo stesso che Dio ha tolse al tuo splendore, angelo peccatore,affinchè allontani da me l'amore ardente e lussurioso di quest'uomo (donna). "

Non sappiamo con certezza se la santa si riferisce allo zaffiro o al lapislazzuli. Nelle Alpi tirolesi, non molto lontano da Binguen, si può trovare il bellissimo corindone blu che chiamiamo zaffiro.

piccoli pezzi di zaffiro in bruto

Sappiamo che lo zaffiro è una pietra associata al 6 ° chakra, o terzo occhio, che ci mette in contatto con il piano Akashico (in sanscrito significa etere), e che è l'unione con Dio, conoscenza, spiritualità, religiosità (quando il C4 è aperto, il C6 si apre) . È il chakra dell'intuizione, del principio femminile, dell'emisfero destro completamente sviluppato. Immaginazione, libertà, scioltezza, conoscenza, saggezza, intelligenza, chiaroveggenza e intuizione.

Le pietre che sviluppano e centralizzano l'energia di questo chakra sono di profondità e visione.

La religiositá è guardare dentro noi stessi per ritornare al vero Essere

meraviglioso zaffiro stellato

Bibliografía: Santa Hildegarda de Binguen – El libro de las piedras que curan

Condividi:

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *